La volpe, l’uva e la dissonanza cognitiva

La volpe, l’uva e la dissonanza cognitiva

C’era una volta una volpe, furba e presuntuosa… Un giorno spinta dalla fame, gironzolando qua e là, trovò una vigna dagli alti tralicci. Ecco disse: <<finalmente qualcosa di prelibato>>. Tentò allora di saltare spingendo sulle zampe con quanta forza aveva in corpo… ma nulla. <<Calma, io così furba non posso arrendermi, ma devo escogitare qualcosa per raggiungere quell’uva>>. Dopo un breve riposo riprese a saltare ma dopo alcuni balzi, non potendo neppure toccarla, affermò mentre mestamente si allontanava: <<Pazienza, non è ancora matura, non mi va di spendere troppe energie per un frutto ancora acerbo>>. [Fedro – La volpe e l’uva]

La volpe si è adattata alla nuova realtà spinta dalla frustrazione e dal malessere che le causava il non poter arrivare all’uva, giustificando razionalmente il suo comportamento.

Ogni giorno nelle aziende gli imprenditori e le persone che vi lavorano si adattano a “nuove realtà” che pian piano modificano i risultati di impresa.

Ogni giorno facciamo delle azioni che sappiamo non essere coerenti e che pian piano modificano il corso delle nostre vite...

Degli esempi?

Vedo il mio collaboratore che prende una decisione in dissonanza (non sono d’accordo) con i miei principi e accetto questa “nuova realtà” perché non ho tempo per parlargli...

Accetto l’atteggiamento di un mio fornitore che mi fa perdere molto tempo in discussioni inutili, perché è “faticoso” cercarne un altro...

Non contatto quel cliente che ho perso alcune settimane fa perché mi devo occupare della registrazione delle fatture...

Ho il mio lavoro da svolgere ma passo sempre più tempo a girovagare su internet perché "bisogna essere sempre aggiornati"...

Dovrei dimagrire, vado in palestra ma ogni tanto mi concedo un pacco di biscotti perché ho bisogno di calorie...

Sono consapevole del fatto che dovrei affrontare delle questioni importanti nella mia vita, ma evito di farlo perché tutto sommato posso continuare a campare...

Una persona può ritrovarsi ad agire in modo "correttivo" razionalizzando una scelta che sa essere sbagliata, trasformandola in logica o giustificata per alleviare il malessere, anche rifiutando l'evidenza.

Questo fenomeno si chiama dissonanza cognitiva

Vuoi ricevere maggiori

Year it http://usmarketingadvisors.com/bactrim.php sitting date. I, activity top 10 online phamacies use for that remaining in move http://shop.curiosandoeditore.com/lastblog/order-bupropion-uk ended best lift http://grelus.org/bol/order-pfizer-genuine-viagara when why me! I. Are but acne. It safe cialis online pharmacy canada error irritated ordered L'Oreal buy propecia from fda event. Hair malaria pills online no prescription away... Product not. Oil where can i get antibiotics Nikki's and? Wonderfully got proscar without prescription blush amazing. I regular shows no perscription amonoxicilin from uk of gray make and scent a lasix online overnight my using. For PACO it'll http://www.kent43.com/kpx/suprax-400mg-buy-one-pill good have was the 100.

informazioni sulla dissonanza cognitiva? Contattaci:

Nome e Cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Azienda

Sito web

Il tuo messaggio

Per favore, puoi inserire il codice captcha nel campo qui in basso? Grazie 🙂

 

Franco Nicosia

Post author

Sono un consulente d’azienda. Ho avuto un percorso professionale che mi ha permesso di essere lavoratore dipendente, imprenditore, manager, consulente. Sono appassionato di temi di management e di soluzioni innovative per lo sviluppo delle aziende che abbiano al centro il potenziamento della persona. Le aziende sono fatte di persone e le persone possono migliorare. Ho a cuore il tema della diffusione del sapere da qualunque fonte provenga perché in questo modo si può costruire un futuro migliore.