Super Mario ed il commercio elettronico [1]

Super Mario ed il commercio elettronico [1]

Una vecchia pubblicità finiva con la famosa frase "una telefonata ti allunga la vita"; la storia che andremo a raccontare ha inizio con una telefonata che non sappiamo se allungherà o meno la vita dell’azienda del nostro Mario (è proprio Super?) ma, come vedremo alla fine, la migliorerà notevolmente.

Sono le 8:30 del primo lunedì del mese nella città di Tuttononcambia e come ogni mattino Mario apre la sua salumeria "Golose Certezze".

Dopo una rapidissima occhiata all'incasso dello scorso mese si rende finalmente conto che qualcosa non va.

Gli incassi sono ai minimi storici e il futuro è più che nero. 

Sconfortato prende il suo telefono ed inizia, anche se ancora non lo sa, una delle più importanti telefonate della sua vita.

Risponde il Professor Strambic, consulente aziendale con anni di esperienza alle spalle. Mario illustra brevemente la situazione della salumeria "Golose Certezze" raccontando di averla ereditata dal padre che, nei primi anni ‘50, iniziò l'attività con non pochi sacrifici. I problemi di Mario sono simili ai problemi di molte attività del paese ed Il Professor Strambic li conosce bene.

Dopo aver ascoltato le parole di Mario, il professore propone come sempre la soluzione al problema: iniziare la vendita online dei prodotti tipici locali che Golose Certezze già commercializza abitualmente ai sui clienti più assidui. Strambic chiarisce bene un aspetto, bisogna iniziare il progetto di commercio elettronico affidandolo a professionisti competenti con una strategia mirata. La conversazione si conclude con un grazie da parte di Mario e con un arrisentirci da parte del professore.

Mario, visibilmente tornato rilassato, commette a questo punto un grandissimo errore; non coglie il fulcro del discorso del professore che gli parlava di professionisti e di progetto e confonde lo STRUMENTO (vendita online) per superare la crisi della sua attività, con la SOLUZIONE del problema.
Mario decide di rivolgersi a suo nipote Toad, un diciassettenne smanettone sempre incollato al computer, che asseconda di buon grado lo zio e decide subito di iniziare ad aiutarlo.

Toad inizia a scaricare dai più svariati siti foto di salumi, prosciutti e chi più ne ha più ne metta, scopiazza qua e là descrizioni di alimenti vari, abbozza qualcosa di proprio pugno fa vedere il tutto a zio Mario che entusiasta dà il suo ok per la messa in vendita. Non sanno bene cos'altro fare pensando di aver completato il tutto in maniera efficace e col minimo sforzo.
Passano 4 lunghi mesi ed il risultato è prevedibilissimo: zero vendite e pochissime visualizzazioni.

È chiaro a questo punto che Mario ha confuso lo strumento della vendita online ed il commercio elettronico come la soluzione al problema stesso.

È come voler saziare la fame (PROBLEMA) di un cucciolo di una specie che non conosci dandogli del cibo (STRUMENTO), che può sembrare la SOLUZIONE più ovvia, senza però aver idea di cosa possa o non possa mangiare col rischio di farlo stare male e di aggravare di conseguenza la situazione.

Qual è la soluzione migliore?

Chiamare un veterinario esperto che ti possa seguire passo passo nella somministrazione del cibo e che ti indichi con sicurezza cosa è giusto e cosa non lo è per il bene del cucciolo.
Il veterinario per "Golose Certezze" di Mario ha un nome ed un numero di telefono e sarà proprio da qui che ripartirà il nostro racconto, dalla telefonata tra Mario ed il Professor Strambic.

To Be Continued... Stay tuned...

bottone_vendere_online

Anche tu hai avuto un approccio sbagliato come Mario? Non sai come fare crescere la tua attività online? Contattaci

 

Angelo Sciacca

Post author

Patito incurabile di nuove tecnologie e dell'informatica in generale, blogger. In comunicazienda con attività di web marketing nel piano "garanzia giovani in Sicilia".

Leave a Reply